La storia dell'edificio

Bohem Art Hotel si trova nella via Molnár numero 35.. Le prime fonti dell'immobiliare - come di tutti i terreni e degli edifici del centro - sono rimaste dalla fine del XVII. secolo. In quei tempi i dati dei terreni sono stati censiti, e il terreno che comprendeva il futuro luogo dell'edificio figurava già in uno degli registri, e sulla pianta del supplemento del libro "Pesti Belváros" (Il centro di Pest) di Flóris Rómer dal 1758 l'edificio si trovava nella sua dimensione e al suo posto di oggi. L'edificio della via Molnár numero 35 esiste dal 1879 nel registro della capitale, e il numero catastale attuale è valido dal 1926. Manfréd Weiss, il fondatore della fabbrica di Csepel, è uno degli più famosi proprietari chi possedeva l'edificio tra 1884 e 1894. L'edificio è conosciuto anche come uno dei luoghi della storia industriale del centro perché nel 1903 qui funzionava la fabbrica di oggetti di cancelleria e di compassi di Szénássy nel quarto distretto di allora della capitale, su un territorio di 440 metri quadrati di cui proprietario era Béla Szénássy (1864-1935) commerciante di carta e proprietario di una tipografia, fondatore dell'industria e del commercio di carta, iniziatore del mercato di campioni, e dopo quello del mercato industriale internazionale di Budapest. La fabbrica è famosa perché nel 1944 i salvacondotti "Schutzpass" usati da Raul Wallenberg a salvare la gente sono stati prodotti qui in gran segreto.

La storia dell'edificio

arrow